DINTORNI

-le spiagge più belle-

Situato in in centro nel meraviglioso borgo di Marzamemi, il Borghetto casa vacanze si trova a 1 minuto a piedi dal caratteristico centro storico, per cui offre la situazione ideale per godervi il massimo relax, da alternare al piacere dell'animata vita notturna nel centro del borgo. A pochi metri di distanza dal Borghetto casa vacanze, potrete raggiungere la più grande spiaggia di Marzamemi, ovvero la Spinazza, in bici o in auto a 2km è raggiungibile la spiaggia di San Lorenzo, caratterizzata da una sabbia finissima di colore molto chiaro, quasi bianco, ed è bagnata da acque pulite, limpide e cristalline.

"Carratois" si trova a circa dieci km dal centro di Marzamemi. Si tratta di una spiaggia lunghissima, continuazione naturale della spiaggia che fronteggia l'Isola delle Correnti, e che si estende fino a Punto Rio. Sabbia finissima, mare pulito e poco profondo (bisogna spingersi abbastanza al largo per trovare l'acqua alta), attrezzature balneari (quali chiosco, ombrelloni, sedie sdraio) concentrate in un piccolo tratto, fanno di Carratois una delle mete preferite dai bagnanti, siano essi turisti che gente del luogo.

L'Isola delle Correnti è una piccola isola tondeggiante della Sicilia, sulla costa ionica, situata nel territorio del comune di Portopalo, estesa per circa 10 000 m² con un'altezza massima di 4 m sul livello del mare. È collegata alla terraferma tramite un braccio artificiale, distrutto varie volte dalle onde del mare. Quando la bassa marea trasforma l'isola in una penisola, essa rappresenta l'estremo meridionale dell'isola siciliana. Sull'isoletta si erge un faro, dove decenni fa alloggiava il farista con la sua famiglia, di forma rettangolare, con davanti un ampio piazzale, da anni in disuso. Sull'isolotto cresce poca flora, ma vi abbondano piantine di porro selvatico, capperi e altri arbusti tipici della macchia mediterranea. Dal 1987 l'isoletta è stata inclusa nel piano regolatore dei parchi e riserve naturali.

Copyright © 2019

RISERVE E CITTA' D'ARTE

-i luoghi più belli nel raggio di 20km-

La Riserva naturale orientata Oasi Faunistica di Vendicari è sita in provincia di Siracusa precisamente tra Noto e Marzamemi. Particolarmente importante per la presenza di pantani che fungono da luogo di sosta nella migrazione degli uccelli. All'interno della Riserva la storia umana mostra una lunga permanenza. Vi sono diversi insediamenti archeologici e architettonici che testimoniano la vita dell'uomo in questi luoghi sin dall'epoca greca. È possibile trovare infatti le tracce di vasche-deposito di un antico stabilimento per la lavorazione del pesce di età ellenistica, accanto alle quali si è scoperta anche una piccola necropoli.

La tonnara di Portopalo, cosi come quella di Marzamemi, era una tonnara di ritorno. Il diritto di pesca da cui origina l’attuale tonnara risale al periodo medievale, concesso come baronia feudale sottoposta a investitura, vassallaggio e obbligo di equipaggiare un cavallo armato ogni venti onze di reddito. I possessori dovevano dare in gabella l’esercizio a mercanti, interessati perché avevano la possibilità di ottenere guadagni consistenti con pochissimi impegni finanziari.

Nel 1774 la proprietà viene passata al principe di Villadorata Corradino Nicolaci, che ammoderna l’impianto ed investe per nuove attrezzature sia mobili che fisse. Nell’800 per un periodo venne disattivata per poi venire riarmata nel 1895 ad opera di don Pietro Bruno Belmonte. La tonnara venne “calata” con cadenza annuale fino al 1969.

Noto è un piccolo gioiello del barocco siciliano. Uno splendido paese arroccato su un altopiano che domina la valle dell’Asinaro.

Importante centro siculo, romano, bizantino e poi arabo, fu distrutto nel pieno del suo splendore dal terremoto del 1693, ma grazie alla sapiente ricostruzione, Noto è divenuta una magnifica città d'arte, patrimonio Unesco assieme a Caltagirone, Militello, Catania, Modica, Palazzolo, Ragusa e Scicli.

La straordinaria bellezza di Noto, e delle altre città ricostruite dopo il terremoto, caratterizza tutta la Val di Noto.

La storia del Castello Tafuri situato tra Marzamemi e Portopalo inizia nel 1933, quando il marchese Bruno di Belmonte, affascinato dal panorama del territorio che allora era sotto la provincia di Pachino, volle costruire un edificio maestoso, che fosse all’altezza delle meraviglie naturali del territorio.

La Chiesa parrocchiale Ss.mo Crocifisso e Chiesa Madre di Pachino è l’ultima sfibrata eco del glorioso barocco netino che fiorì felicemente in pieno Settecento, influenzando l’architettura chiesastica delle città limitrofe.

 

 

LA TERRA DEI SOGNI
UNA VACANZA INDIMENTICABILE

Via S. Giardina 17 | 96018, Marzamemi (SR)

Contatti

+39 327 45 40 457
info@ilborghettomarzamemi.it

Social

Facebook
Instagram
•TripAdvisor